sabato 5 luglio 2008

Nessuno tocchi la Carfagna.

Non capisco tutto questo accanimento contro la Carfagna, visto che di ufficiale nelle intercettazioni non c'è niente (mi sembra che solo Donadi dell'Italia dei Valori sappia tutto).

E poi delle intercettazioni non c'è bisogno: il suo curriculum parla chiaro. Dopo un sesto posto a Miss Italia, in sette anni ha compiuto la seguente escalation:
1) Laurea in Legge con tesi sul "Diritto dell'informazione e sistema radiotelevisivo" (che ne penserà del suo collega Gasparri, allora?!?)
2) la Domenica del Villaggio, Piazza Grande, i Cervelloni, Vota la Voce, Domenica In
3) servizio osè su Maxim (di cui la si deve ringraziare)
4) Ministro della Repubblica nel Berlusconi IV.

A me questo cursus honorum pare limpido e cristallino. E nessuno, quando Berlusconi l'ha fatta Ministro, ha pensato al male: nessuno. Tutti hanno pensato all'incarico ministeriale come al giusto coronamento di una lunghissima carriera politica. Alzi la mano (alzi la mano) chi non l'ha pensato. Invece questi stupidi intercettatori (comunisti e distorsori della realtà) amano mettere gli altri nei guai, per sport. Si facessero gli affaracci loro!

Forse Mara è l'unico Ministro italiano degli ultimi 20 anni di cui i giornali stranieri abbiano parlato bene. E si capisce: ha un curriculum molto più allegro e variegato rispetto ai tristissimi curricula di Angelino Alfano, o di Michela Brambilla (che non hanno fatto - e Dio ce ne scampi - neanche Maxim).

E infine non capisco chi ne attacca la presunta incompetenza al Ministero che attualmente dirige. Secondo costoro, Mara alle Pari Opportunità sarebbe più incompetente di un ingegnere alla Giustizia, o di un ragioniere alle Infrastrutture e Trasporti, o di un ex filosofo poi assicuratore della Unipol ai Beni culturali, di un avvocatessa specializzata in Diritto Amministrativo all'Università e Ricerca, oppure di un chirurgo maxillo-facciale alla Semplificazione Normativa: siete fuori strada. Mara è una ragazza a posto.

2 commenti:

il Jere' ha detto...

calderoli chirurgo maxillo-facciale è rassicurante come un barbiere pelato o un dentista bisognoso di un apparecchio ondontoiatrico.
i miei sono così, buon segno ;)

framaulo ha detto...

Ci sarà una ragione per cui ha lasciato l'ospedale e si è dato alla politica. Io ho un paio di ipotesi!