mercoledì 23 aprile 2008

Parce sepultis

Tra le tante cose che mi ripugnano del mondo che mi circonda, si doveva aggiungere anche questa esposizione (ostensione, in termini tecnici) del cadavere di San Pio, che dopo 40 anni è stato riesumato. Non mi interessa sapere il perchè, il come, il quando. E' una cosa che mi ripugna, e sono sicuro che se Gli avessero proposto una cosa del genere mentre era in vita, avrebbe mandato tutti via a calci nel sedere. Non bastava già quella orribile chiesa progettata da uno che normalmente sforna stadi di calcio.

Voi, voi "Cattolici", che tanto credete nel Signore e in Padre Pio: non vi vergognate un po' a voler sfogare in questa maniera i vostri istinti macabri? La vostra perversa curiosità? Non vi rendete conto che vi state accingendo ad idolatrare un cadavere?? Voi pensate sul serio che in questa maniera la vostra fede possa crescere? Che la vostra spiritualità possa elevarsi?

La nostra civiltà insegna una cosa molto semplice: parce sepultis. L'hai messo sotto terra? E lascialo là. Non gli rompere le palle.

E poi, siamo d'accordo, c'è la recessione, c'è l'inflazione. Non riuscite ad arrivare alla fine del mese. Ma frati miei, potevate inventarvi qualcosa di meno raccapricciante? Forse vi siete troppo abituati ad avere i riflettori addosso (immeritatamente, perchè in vita L'avete tutti osteggiato), a ridurre tutto ad uno stupido gossip, a lucrare e speculare come avvoltoi, a ridurre tutto ad uno schifoso e lugubre feticismo.

In fondo San Giovanni è il mio paese. Ci sono nato. Ma non mi entusiasma l'idea di vederlo sempre più sommerso dal cemento dell'abusivismo e dei condoni. Mi sarebbe piaciuto che fosse un centro mondiale di spiritualità. Invece sta diventando sempre di più un centro mondiale di lucro, gadget, e porcherie.

2 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
framaulo ha detto...

Scusa mario, ho eliminato per sbaglio il tuo commento. Grazie, e saluti.