venerdì 7 novembre 2008

Gomez sulla "battuta" di Berlusconi


Faccio mie le riflessioni di Peter Gomez sulla scandalosa battuta di Berlusconi su Obama ("é bello e giovane e un po' abbronzato"). Considerato che Berlusconi è ancora sano di mente (almeno lo si spera), bisogna pur trovare un motivo plausibile a questa uscita incredibile. Spesso l'umorismo, soprattutto quando non fa ridere, nasconde qualcosa, un disagio psichico, sociale... insomma spesso e volentieri il pagliaccio è triste, e ha paura.

Io credo che Peter Gomez, facendo acuta introspezione psicologica, ci abbia azzeccato. Un misto di paura per il nuovo, per il più giovane, per il più grande e più forte, forse un po' di nervosismo e di invidia, fanno in modo che il nostro egocentrico premier attiri una volta ancora l'attenzione su di sè, come fanno i bambini delle elementari quando in classe entra un nuovo amico più bello e più bravo. Non c'è altra spiegazione.

Qui l'articolo di Gomez.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Penso che la battuta di Berlusconi risuona di sincera invidia visto che ogni giorno si dipinge la teste di nero come fosse una scarpa; per l'appunto, mi sembra che abbia il giudizio proprio sotto la suola delle scarpe.

Framaulo ha detto...

lol !

Gianluca ha detto...

io credo sia scandalosa non nei contenuti quanto per i significati che rievocno nella popolazione. un capo di governo non può e non deve fare umorismo. Per rispetto della carica che ricopre e visto quello che hanno subito gli afroamericani in quei posti fino a quelche decennio fa... la storia insegna.. evidentemente non ha insegnato nulla a questo signore

Framaulo ha detto...

Assolutamente. E poi come umorismo... non fa ridere. Crede di essere simpatico ma non lo è.

flo ha detto...

Dai, credeva di stare in veranda ad Arcore e voleva fare umorismo, solo che non gli è riuscito molto bene :P

XPX ha detto...

Si l'ho letto anch'io Gomez e come te concordo che abbia centrato la questione.