sabato 2 agosto 2008

Michael Bublè e Katie Melua: un duo che mi piacerebbe ascoltare

In questo fiacco e flautato tempo di pace, mentre contemplavo le mie deformità come Riccardo III (la meditazione quindi serve a qualcosa!), ho rimuginato che mi sarebbe graditissima sorpresa trovare tra le (normalmente penose e scontatissime) novità musicali, un duo: Michael Bublè e Katie Melua (lo so, finisco sempre lì). Magari sotto l'egida protettrice di Frank Sinatra o Ella Fitzgerald.

Questi due hanno tante grandi cose in comune. Tra le più significative: amano il jazz e il blues, sono straordinariamente bravi e preparati, fanno bellissime canzoni, reinterpretano in maniera egregia grandi canzoni, sono incredibilmente impermeabili alle porcherie del gossip parishiltoniano e alle stramberie dello star system cui siamo tristemente abituati e di cui ne abbiamo piene le tasche (e poi non ci sarebbe alcun pericolo, essendo il Bublè felicemente fidanzato). Voglio dire, non solo non si drogano, ma ...cantano le canzoni di Natale e donano fondi alla Croce Rossa.

Sostanzialmente si potrebbe rinnovare, dopo tanto tempo, il miracolo di una bella musica portatrice di valori, se non sani, quantomeno non insani. Chissà se qualche produttore è in ascolto e accoglie la mia utopica richiesta.





The tables are empty, the dance floor's deserted.
You play the same love song - it's the tenth time you've heard it.
That's the beginning, just one of the clues.
You've had your first lesson in learnin' the blues.

The cigarettes you light, one after another,
Won't help you forget her, and the way that you love her.
You're only burnin' a torch you can't lose.
But you're on the right track for learnin' the blues.

When you're at home alone,
The blues will taunt you constantly.
When you're out in a crowd,
The blues will haunt your memory.

The nights when you don't sleep, the whole night you're crying.
But you can't forget her, soon you even stop trying.
You'll walk that floor and wear out your shoes.
When you feel your heart break, you're learnin' the blues.

When you're at home alone,
The blues will taunt you constantly.
When you're out in a crowd,
Those blues will haunt your memory.

The nights when you don't sleep, that whole night you're crying.
But you can't forget her, soon you even stop trying.
You'll walk the floor, and you'll wear out your shoes.
When you feel your heart break, you're learnin' those blues.

3 commenti:

flo ha detto...

Buon Ferragosto.... vedo che non aggiorni da un po' quindi sarai già in vacanza, ciao!

molinilson ha detto...

bravo mau, scrivi sempre le cose che penso io!!! sei proprio un mio clone!

Framaulo ha detto...

Un mioclono.